Home » Spagnolo in America Latina » Corsi di Spagnolo nella Repubblica Domenicana » Corsi di Spagnolo a Santo Domingo » La Città

Santo Domingo

Santo Domingo Listino Prezzi

Lo Spagnolo a Santo Domingo

Lo Spagnolo a Santo Domingo 

LA CITTÁ:

Maggiori informazioni su Santo Domingo:

Come in molti sanno, Santo Domingo ha rappresentato la piattaforma ed il punto di partenza per l’esplorazione del nuovo continente. La popolazione locale é consapevole del patrimonio culturale e storico che possiede e valorizza tutto ció tramite moltissimi musei, che espongono ed illustrano la storia dominicana completa, non limitandosi al periodo coloniale ma riguardando anche l’epoca moderna r contemporanea. Santo Domingo inoltre, é una cittá molto verde, ricca di parchi e spazi naturali. Approfitta poi della vita notturna e immergiti nell’atmosfera dominicana recandoti nei bar e locali tradizionali o gusta la buonissima cucina locale.

Santo Domingo é abitata giá prima dell’arrivo dei coloni europei, dalla popolazione “Taino”, ma il primo stabilimento risale al 1493, nominato da Cristoforo Colombo come “La Nueva Isabela”, in onore della regina “Isabella I” di Spagna. La struttura originaria e le mura difensive si possono apprezzare ancora oggi nella “zona coloniale” della cittá, che si trova sulla sponda orientale del fiume “Ozama”, che dal 1990 é stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall’Unesco. Nel 1502 il centro cittadino viene spostato sulla costa occidentale del fiume “Ozama”: la cittá verrá infatti gestita dal comandeante ”Fray Nicolás de Ovando”, che cambierá nome alla stessa cittá, nominandola “Santo Domingo”.

Dall’epoca coloniale ci sono rimasti molti edifici, ben preservati: la “Cattedrale di Santa María de Menor”, chiamata “Catedral Primada de América”, risalente alla prima metá del 1500, o ancora l’“Alcázar de Colón”, il primo castello del continente americano e residenza del figlio di Colombo, Diego Colombo. Non bisogna poi dimenticare il “Monasterio de San Francisco”, il primo monastero americano, cosí come il “Museo de las casas reales” o l’antico “Palacio del Gobernador General”. Piazza storica é il “Parque Colón” centro storico principale durante il periodo coloniale. La prima strada costruita in America é la “Calle de Las Damas”, in cui si trova la “ Fortaleza Ozama”, la fortezza piú antica di tutto il continente americano.

Per festeggiare l’anniversario della scoperta dell'America del 1492, nel 1992, ben 500 anni dopo, é stato costruito il “Faro a Colón”, una possente costruzione a forma di croce, che svolge la funzione di monumento, museo dedicato a Cristoforo Colombo e faro, in quanto durante la notte illumina tutta la costa.

Ma la storia di Santo Domingo non si conclude con il periodo coloniale: la cittá é infatti ricca di musei che testimoniano le tradizioni e la cultura moderna. Negli anni Settanta del Novecento é stato infatti costruito il centro ricreativo “Plaza de la Cultura”, ubicato in un parco pieno di alberi centenari al cui interno si possono trovare punti di interesse tra cui: la “Biblioteca Nacional”, il “Museo del hombre dominicano”, incentrato sullo studio antropologico locale, il “Museo de Arte Moderno” focalizzato sul patrimonio artistico moderno e contemporaneo o ancora “il “Museo Nacional de Historia Natural” e il “Museo de la República Dominicana” ed  il “ Museo Nacional de Historia y Geografía” che illustra tutta la storia nazionale dall’epoca precolombiana a quella  contemporanea.

Santo Domingo é anche ricca di parchi naturali, tra cui: “Jardín Botánico Nacional de Santo Domingo” composto dai dipartimenti di botanica, orticultura ed educazione ambientale. Il “Parque Zoológico Nacional” é uno dei piú grandi di tutta l'America Latina e presenta 82 specie vegetali ed animali esotiche diverse. Non bisogna poi dimenticare “Los tres ojos”, grotta sotterranea di origine calcare con tre laghi soprannominati “occhi” grazie al colore cristallino delle loro acque.

La capitale dominicana é ricca di vita e attivitá culturali: cucina, arte, danza e musica sono componenti fondamentali. Assapora la ricca gastronomia dominicana, dalle origini spagnole e africane. Dopo cena recati in uno dei moltissimi teatri dove poter ammirare la vera “bachata” e “merengue” che sono originari proprio di questi luoghi. E se vuoi praticare quanto appreso, recati in uno dei locali o discoteche, il piú famoso é senza dubbio il “ Taina Guacara”, dalla spettacolare scenografia, dato che si trova in una grotta naturale. Se preferisci fare due chiacchiere e migliorare il tuo spagnolo recati in un uno dei bar piú tradizionali, di cui i piú famosi sono: “bar Montecristi Café”, “Karamba Bar” e “Ocho Puertas”.