Home » Blog » Mario Vargas Llosa

Mario Vargas Llosa

Mario Vargas Llosa

Antonino Arcudi

Mario Vargas Llosa è un romanziere e saggista peruviano vincitore del Nobel per la Letteratura 2010 ed è uno degli scrittori latinoamericani più rappresentativo della generazione attuale.

Mario Vargas Llosa nasce ad Arequipa, nel sud del Perù, nel 1936, da Ernesto Vargas Maldonado e di Dora Llosa Ureta I genitori si separarono pochi mesi dopo la sua nascita e Mario vive con la madre ed il nonno e per esigenze di lavoro si sposteranno spesso in diverse città. La famiglia, per evitare di spiegare il divorzio dei genitori, gli fa credere che il padre sia morto. Crederà in questa bugia fino all'età di dieci anni, quando i genitori decideranno di tornare insieme e per la prima volta conoscerà il padre. Inizia gli studi presso un collegio dei salesiani, ma il padre lo trasferisce al collegio militare. Si iscrive poi all'Università Mayor de San Marcos a Lima e nel 1955 a soli 19 anni sposa Julia Urquidi, dalla quale però si separerà presto per sposare la cugina, Patricia Llosa, dalla quale avrà tre figli. Dopo la laurea vince una borsa di studio per un dottorato all'Università Complutense di Madrid e si trasferisce nella capitale spagnola. Al termine del dottorato partecipa all'assegnazione di un'altra borsa, questa volta in Francia e, certo dell'esito della selezione, si trasferisce a Parigi. Qui scoprirà che la sua richiesta è stata rifiutata, ma deciderà ugualmente di restare a Parigi. Si mantiene grazie a diversi lavori ed inizia a dedicarsi all'attività di scrittore in modo costante pubblicando la sua prima opera, una raccolta di racconti dal titolo Los jefes.

Da “La città e i cani” ad “Avventure della ragazza cattiva”

Qualche anno dopo, nel 63 pubblica il suo primo romanzo La ciudad y los perros (La città ed i cani)La sua prima opera è un successo ed è apprezzata non solo dal pubblico ma anche dalla critica e viene premiato con il Premio per la critica spagnola. La ciudad y los perros, di ispirazione autobiografica, racconta la storia di un ragazzo che studia in un collegio militare ed è un romanzo che critica la struttura e l'organizzazione dell'esercito peruviano. Alcuni funzionari militari e membri dell'esercito reagiscono alla critica e lo accusano di essere una “mente degenerata” e di essere pagato dall'Ecuador per screditare dall'interno il governo peruviano. A questo seguono altri due importanti romanzi La casa verde, e Conversación en la Catedral, (Conversazione nella cattedrale) che analizzano in modo diverso la situazione e la società peruviana.

Durante gli anni 70 Vargas Llosa abbandona lo stile del romanzo realista ed intraprende quella che alcuni critici definiscono come “la scoperta dello humor”. In questo periodo Vargas Llosa scrive le sue opere secondo uno stile ironico e divertente, diverso dallo stile dei primi romanzi. Nell'81 pubblica La Guerra del fin del mundo (Guerra della fine del mondo), un romanzo ritenuto da alcuni critici, come la sua opera più significativa. Questo romanzo storico ricostruisce la sanguinosa guerra de Canudos, avvenuta nel 1896 in Brasile. Durante questa guerra l'esercito dei latifondisti brasiliani che represse senza pietà le rivolte, inizialmente pacifiche di circa 25000 tra contadini guidati da Antônio Conselheiro (Antonio il consigliere), un santone e profeta che predicava una specie di comunismo ispirato alle prime comunità cristiane.

Nel 2006 vede la luce il romanzo Travesuras de la niña mala, (Avventure della ragazza cattiva). Si tratta del suo primo romanzo d'amore, in cui gli avvenimenti storici non hanno alcuna funzione se non quella di fare da sfondo alla narrazione. È il racconto della vita di un giovane e dei suoi incontri, riusciti o mancati, con la ragazza di cui è innamorato fin dall'adolescenza. Qualche hanno dopo Vargas riceve il Nobel per la letteratura come riconoscimento per la sua opera di denuncia della corruzione e l'analisi della condizione dell'uomo. Una motivazione che ben riassume l'opera di uno scrittore che assieme a Gabriel Garcia Marquez, Octavio Paz, Cortázar, Borges, ha contribuito alla rinascita della letteratura e della coscienza sudamericana.

Ultimi racconti di Viaggio