Home » Blog » Autori spagnoli

Autori spagnoli

Letteratura spagnola

Alessia Movia

La letteratura spagnola

La letteratura spagnola è oggi una delle più importanti al mondo, sia grazie al ruolo dello spagnolo, una tra le lingue più parlate e scrittea livello mondiale, ma anche per lo spessore e il contributo che gli autori spagnoli hanno conferito alla letteratura universale. Sono stati diversi gli autori che hanno saputo interpretare al meglio le caratteristiche della letteratura spagnola, conferendole una ricchezza e complessità uniche, grazie alle diversi approcci culturali che si sono susseguiti nel corso dei secoli. Gli scrittori spagnoli sono oggi ricordati in tutto il mondo, oltre ad aver ricevuto premi e riconoscementi di natura internazionale. La letteratura spagnola contemporanea inizia negli ultimi decenni del XIX secolo – primi anni del XX secolo. Inizia con il Modernismo, in cui i principi chiave sono armonia, perfezione e bellezza, che ricercano nell’utilizzo di parole culte, dal sapore esotico e ricercato. Alcuni autori spagnoli del Modernismo sono i fratelli Machado, Manuel e Antonio e Juan Ramón Jiménez.

La Generazione del 1898

Segue poi la Generazione del 1898, ossia un insieme di autori, scrittori e poeti spagnoli che esprimono la propria deluisione politica, morale e sociale provocata dalla guerra Ispano-americana e dalla successiva perdita da parte della Spagna di territori quali le Filippine, Puerto Rico e Cuba. Ciò che li accumuna è uno stile molto critico e un orientamento politico di sinistra. Percepiscono l’allora realtà spagnola con forte pessimismo, seguendo uno stile fortemente personale, letterario e artistico. La lotta ideologica che combattono è dimostrata anche attraverso l’utilizzo di un preciso stile: il completo rifiuto per il Realismo e quindi per le frasi amplie, dalla forte elaborazione retorica e molto dettagliate. Essi cercano invece di utilizzare un linguaggio popolare, quello realmente utilizzato in strada, o ancora utilizzando termini tradizionali. L’autore più rappresentativo di questo periodo è sicuramente Miguel de Unamuno, autore dell’opera “El espejo de la muerte, e dell’opera “Abel Sànchez, dove affronta il tema di Caio e Babele.

Il Novecentismo

Segue poi il Novecentismo, che inizia con la data simbolica del 1914. Si tratta di un movimento di carattere borghese e intellettuale, che rispeccchia e sostiene il riformismo borghese dell’epoca. Il Novecentismo concepisce l’arte come forma pura nella quale incontrare la perfezione assoluta attraverso il dominio dell’ordine, della perfezione e la bellezza formale. Tra i principali sostenitori di questa corrnete vi sono: Miró, D’Ors, Ortega y Gasset, de Ayala e Fernàndez Flores.

La Generazione del 27

Infine vi è la cosiddetta Generazione del 27, composta da autori spagnoli che vivono il contesto culturale nazionale del 1927, di cui i principali rappresentanti sono: Rafael Alberti, Federico García Lorca, Vicente Aleixandre, Pedro Salinas, Jorge Guillén e Miguel Hernández. Le caratteristiche fondamentali di questa corrente sono riconducibili alle influenze subite: da una parte la forte ammirazione per gli autori classici, primo fra tutti Gòngora, o per la corrente del Romanticismo e dall’altra l’interesse comune con i movimenti d’Avanguardia, come il Surrealismo, il cui scopo è la ricerca della bellezza assoluta.

Autori Spagnoli Contemporanei

Meritano poi particolare attenzione gli autori spagnoli contemporanei più recenti: Miguel Delibes è un novellista catalano, oltre ad essere un membro della Real Academia Española, può essere considerato una delle figure più importanti della letteratura spagnola del dopo Guerra Civile, tanto che moltissime delle sue opere sono state adattate al teatro o al cinema, molte delle quali premiate al Festival di Cannes. Tra le sue opere più importanti vi sono: “Los santos inocentes”, “El tesoro” e la “Señora de rojo sobre fondo gris”.

Arturo Peréz Reverte è un giornalista e novellista spagnolo, è oggi conosciuto come uno tra gli autori spagnoli più famosi e dal 2003 è membro della Reale Accademia Spagnola. Tra le sue opere di maggior successo vi sono: “El húsar”, ambientata durante le guerre napoleoniche, ma non bisogna dimenticare le novelle che gli hanno conferito fama internazionale: la serie di ”Alatriste”, incentrata sulprotagonista, un soldato spagnolo del 17 secolo.

Infine Eduardo Mendoza è un novellista spagnolo catalano, la cui opera più importante è “La verdad sobre el caso Savolta”. Le sue novelle sono considerate un punto di svolta del post-franchismo e sono rappresentative di uno stile letterario “democratico”. La sua opera più famosa è forse “La ciudad de los prodigios” o ancora “Una comedia ligera” ambientata sempre nella nativa Barcellona.

Ultimi racconti di Viaggio